Monthly Archives: Apr 2014

Marketing Retail

Come stimolare i clienti all’acquisto?

vetrina multimediale

I consumi in negozio calano, la crisi non passa, i clienti sono sempre più esigenti. Cosa dargli, oltre a prodotti e servizi? Come stimolarli all’acquisto?

Vivisezionato dal marketing in tutte le sue emozioni più recondite, il consumatore continua a essere un soggetto difficile da capire: reagisce alla maggior parte delle sollecitazioni. Ma alla lunga si satura e diventa poco reattivo. Bisogna sempre stuzzicarlo, cercando ogni volta qualcosa di nuovo. In questo senso il concept store è diventata l’ultima frontiera di una sperimentazione che “lavora” sull’esperienza d’acquisto, potenziando la brand reputation e la conseguente (si spera) fidelizzazione.

Che cos’è il concept store?

Semplificandola: rifacimenti strutturali e uso di nuove tecnologie. Che non significa rinnovare il negozio, ma significa essere innovativi! L’intero spazio espositivo viene ripensato in funzione di un allestimento che, come l’itinerario ragionato di un museo, produce una catena di sensazioni destinate ad ammagliare e suggestionare. Ma anche avere una vetrina multimediale e gli strumenti per la profilazione dei consumatori o analizzare il ritorno dell’investimento, per gestire meglio la logistica, per velocizzare i processi di acquisto e di vendita attraverso fidaty card, pagamenti evoluti, casse automatizzate e sensori di ogni tipo ecc…

concept store vetrina multimediale

In tanti anni abbiamo aiutato tante attività a migliorare la fidelizzazione dei propri clienti, aumentando redditività e vendite. Scopri come facciamo www.efacile.com

Read More
Strumenti di Marketing

Cosa chiedono esattamente gli shopper italiani?

cosa cercano gli shopper italiani

I consumatori italiani chiedono negozi più semplici (30%), più moderni (27%) e anche più puliti (sempre 27%). I consumatori cercano strade diverse per i loro acquisti e sono delusi da una distribuzione moderna che non si dimostra in grado di evolversi e adeguarsi ai tempi che cambiano. (Osservatorio Consumatori 2013 M&T)

La fedeltà alle marche e ai luoghi dello shopping sono solo un ricordo. Nel tentativo di trovare soluzioni alle mutate esigenze, i consumatori italiani sperimentano nuovi comportamenti di acquisto: il 70% degli intervistati ha dichiarato di aver modificato profondamente le scelte e i modi dello shopping.

Ma cosa chiedono esattamente gli shopper italiani?

Innanzitutto più facilità nelle esperienze di acquisto (il 72%): trovare i prodotti che si cercano in modo rapido e indolore, apprezzare novità di prodotto e nuove suggestioni di acquisto in modo efficace e rispettoso, tagliare i tempi morti di parcheggio e gestione del carrello, muoversi in spazi confortevoli e facilmente leggibili.

In effetti il risparmio di tempo – a fronte poi di esperienze di acquisto no sempre meritevoli – è una richiesta pressante del 62% degli italiani, desiderosi di dedicare la propria attenzione solo a ciò che è veramente meritevole di interesse.

Il tema del valore è quindi centrale. La dimensione emozionale dell’atto di acquisto rimane molto importante (per il 63% degli shopper): si desidera acquistare ed essere stupiti, interessati, coinvolti… non è il semplice WOW-effect degli anni novanta: oggi si chiede e si pretende un reale valore, una valida esperienza di prodotto, di presentazione di soluzione, di prezzo…

Valore significa: migliore livello di servizi; un’importanza della personalizzazione; mantenere sempre al centro qualità ed eticità; ricerca dell’offerta perfetta; giovani e giovanissimi che cercano la novità e la semplificazione nell’ e-commerce.

Read More
Strumenti di Marketing

La fedeltà del cliente è al centro dell’attenzione

fidelity card

LA SOSTANZIALE DIFFERENZA TRA I SISTEMI DI FIDELITY CARD IDEATI DALLE SOFTWARE HOUSE E QUELLI IDEATI DALLE AZIENDE MARKETING…

La fedeltà del cliente è al centro dell’attenzione… anche le aziende che producono gestionali hanno integrato i loro software con sistemi di fidelity card ma…

le software house hanno creato sistemi di fidelizzazione pensati da ingegneri informatici, integrando i loro gestionali,

le aziende di marketing creano sistemi di fidelizzazione pensati da esperti di marketing e realizzati da ingegneri informatici.

TI FACCIO UN ESEMPIO PRATICO…

Il sistema di fidelizzazione della software house ti propone di fare sconti su dei prodotti, poiché dalle statistiche risultano quelli meno venduti presenti nel tuo magazzino, oppure in base agli acquisti dei clienti in maniera uguale per tutti.

Il sistema di fidelizzazione dell’azienda di marketing ti propone di promuovere prodotti/servizi sulla base di precisi target d’acquisto e misura i bisogni latenti dei clienti,dopo aver rilevato cosa li incentiva in base alle abitudini d’acquisto. Quindi è personalizzato e non generico. E’ come se doveste scegliere un medico se aveste un problema di salute, non serve uno generico, ci vuole lo specialista: se avete un problema al ginocchio andate dall’ortopedico e non dal cardiologo per capirci. Sempre medici sono, ma con competenze completamente diverse. Stessa differenza nella fidelizzazione: per ogni target una specifica strategia!

Significa che i punti, gli sconti, i traguardi da raggiungere sulle fidelity card non possono essere tutti uguali, anche nell’ambito della stessa categoria: ogni farmacia, negozio di abbigliamento o alimentare è differente da un altro, per target clienti, margini sui prodotti, zona ecc. per mille variabili! Eppure molti nostri competitors fanno la campagna punti “standard” uguale per tutti: 1,00 € uguale 1 punto, quando arrivi a 200,00€ hai 10,00€ di sconto …e via dicendo. E se i margini del vostro prodotto non vi consentono di effettuare uno sconto del genere? Dai nostri clienti, non troverete mai la stessa modalità di assegnamento punti, traguardi e sconti…ogni punto vendita ne ha una su misura! 

Vuoi capirne di più? clicca http://www.efacile.it/prodotti/descrizione-prodotti.html

Read More