intelligenza artificiale intelligenza artificiale

Tag Archives: intelligenza artificiale

Intelligenza Artificiale

Il successo di Coca Cola? Tutto merito di algoritmi e Intelligenza Artificiale.

Lo sai perché la Coca Cola è una fra le più grandi multinazionali del settore alimentare?

Perché con oltre 1,9 miliardi di bevande consumate al giorno è una miniera di dati.

 

L’azienda, infatti, raccoglie e processa informazioni sui 500 marchi in portafoglio, distribuiti in 200 paesi e li utilizza per indirizzare le proprie scelte strategiche.

 

Ad esempio lo sai com’è nata la nuova Sprite alla ciliegia (Cherry Sprite)?

Studiando i propri clienti!

Dai risultati raccolti dai nuovi distributori automatici che permettono ai consumatori di mixare diversi ingredienti per creare il proprio gusto preferito è risultato che la Cherry era la combinazione più popolare, tanto da essere poi stata messa in vendita anche sugli scaffali.

 

Ora l’azienda sta studiando anche distributori automatici dotati di Intelligenza Artificiale per consentire ai consumatori di ordinare il proprio mix di prodotto preferito, mentre l’azienda potrà modulare il “comportamento” della macchina a seconda del luogo in cui si trova.

 

 

E non è finita!

 

Lo sai perché i prodotti Coca Cola piacciono in qualsiasi paese?

Perché, in base dati climatici, immagini satellitari, informazioni sulla raccolta, prezzo e rating di acidità e dolcezza dei frutti, è un algoritmo che trova la migliore combinazione di variabili per realizzare il prodotto che incontra il gusto del consumatore di un certo paese

Anche le pubblicità nascono dallo studio di dati e dall’uso di algoritmi.

 

Coca Cola monitora attentamente la propria presenza sui social media:

  • traccia ogni volta in cui il proprio nome compare fra i suoi 105 milioni di fan su Facebook e i 35 milioni di follower su Twitter
  • individua la propria presenza (o quella dei concorrenti) nelle foto dei consumatori.

 

Questi dati forniscono informazioni sulle modalità di fruizione del prodotto e per la creazione di comunicazione pubblicitaria.

Lo sai che le pubblicità targettizzate attraverso il monitoraggio di foto sui social hanno quattro volte più possibilità di venire cliccate rispetto a quelle veicolate con altri parametri?

Le tue campagne pubblicitarie nascono dallo studio dei dati?

Read More
Intelligenza Artificiale

Medicina predittiva: l’Intelligenza Artificiale pensa alla tua salute!

Medicina predittiva: l’Intelligenza Artificiale pensa alla tua salute e ti dice subito se in futuro ti ammalerai!

Non ti piacerebbe sapere prima se sei destinato ad ammalarti e poter prevenire l’insorgere di una malattia?

Tra massimo due anni sarà possibile!

Grazie all’Intelligenza Artificiale potrai ricorrere alla “medicina predittiva”, che non solo ti dice di cosa ti ammalerai, ma anche quando.

Ecco alcuni esempi…

MEDICINA PREDITTIVA PER LA MALATTIA RENALE CRONICA

Microsoft e Softjam hanno messo a punto una nuova soluzione di medicina predittiva per identificare i pazienti a rischio di Malattia Renale Cronica, una patologia asintomatica che colpisce il 10 per cento della popolazione globale.

Il sistema riesce a identificare i pazienti cronici utilizzando una combinazione di strumenti statistici e machine learning, per cui è possibile calcolare la probabilità, e la velocità, di progressione verso lo stadio finale della patologia.

 

MEDICINA PREDITTIVA PER L’ALZHEIMER

L’Università degli Studi di Bari Aldo Moro sta sviluppando un algoritmo che, analizzando le immagini dei cervelli di pazienti affetti da Alzheimer, riesce a “predire” con un range di 10 anni, i sintomi della patologia, visionando altre immagini di persone ancora sane.

Il sistema ha analizzato le scansioni cerebrali di oltre 200 soggetti… il risultato è che nell’84% dei casi è stato possibile “prevedere” l’Alzheimer proprio grazie al rilevamento di minimi cambiamenti nella struttura cerebrale di pazienti ancora “sani”, anticipando di molti anni la diagnosi della malattia che oggi è possibile fare.

 

Altri esempi di medicina predittiva…

  • La startup Sentrian ha l’obiettivo di portare la comunità medica nel futuro. Un futuro in cui gli algoritmi riusciranno a dire alle persone che si ammaleranno prima ancora che avvertiranno i sintomi.
  • CloudMedX Health è una startup che adotta l’analisi predittiva per generare intuizioni cliniche in tempo reale. Questa tecnologia aiuta medici e infermieri e individuare con precisione i rischi a cui vanno incontro i pazienti.

E lo sai che gli algoritmi di intelligenza artificiale ne sapranno più di dottori e infermieri?

CONOSCI IL DOTTOR WATSON?

IBM Watson Paths aiuta i medici a prendere decisioni più velocemente (e “correttamente”).

 

E L’INFERMIERA MOLLY?

Molly, è la prima infermiera virtuale al mondo.

Con il suo sorriso e la sua espressione amichevole ha l’obiettivo di aiutare le persone monitorando le loro condizioni e lo stato dei trattamenti in corso.

La medicina predittiva non eliminerà completamente l’insorgere di malattie, ma permetterà una diagnosi precoce e una cura più efficace.

 

Nel prossimo futuro, dunque, avremo sempre più a che fare con robot radiologi per la diagnosi delle malattie, di macchine in grado di effettuare operazioni di telechirurgia e di sistemi di intelligenza artificiale per rilevare le cellule tumorali.

Read More
Intelligenza Artificiale

Lo sai che Amazon sa aprire la porta di casa tua? E’ il potere dell’Intelligenza Artificiale!

eBay ti cerca ciò che vuoi da una foto, Amazon ti consegna il pacco anche se non sei in casa… è il potere dell’intelligenza artificiale!

 

Entro il 2020, l’85% dell’interazione con il cliente nei negozi sarà gestita dall’Intelligenza Artificiale… è ciò che emerge dall’analisi di Gartner*.

*Una tra le più famose società di consulenza e di ricerca, nota per le analisi di mercato qualitative che periodicamente svolge per analizzare lo stato attuale e le previsioni future del mercato.

E il 30% delle società utilizzerà l’Intelligenza Artificiale per aumentare le vendite.

 

Sai eBay come sta sfruttando l’Intelligenza Artificiale per aumentare le vendite?

I suoi clienti possono fare shopping direttamente su Messenger di Facebook utilizzando “ShopBot”.

  • Basta iniziare con un “Hello”, e poi chiedere ciò che si sta cercando. Il bot si dà da fare, proponendo soluzioni mentre già pone domande sempre più specifiche.
  • Vuoi comprare un abito? Lui ti chiede se vuoi un abito da uomo o da donna.
  • E mentre ti mostra le foto di abiti corrispondenti (per esempio, “da donna”), ti chiede la taglia.
  • A questo punto ti mostra tutti i prodotti che possono interessarti e nel frattempo ti chiede di specificare anche il colore che desideri, per fornirti un’altra scrematura, e così via.

E se hai già le idee chiare, puoi inviargli direttamente la foto del prodotto che desideri e lui ti trova le proposte più interessanti.

 

E lo sai chi c’è dietro tutto questo? Un algoritmo dotato di Intelligenza Artificiale!

Un altro esempio? L’ultimissima idea di Amazon!

Amazon Key… ricevi il tuo pacco anche se non sei a casa.

    • Una telecamera intelligente (Cloud Cam) che integra l’assistente digitale Alexa, collegata a Internet tramite il tuo wi-fi di casa, comunica con la serratura, anch’essa intelligente.
    • Quindi se non puoi essere a casa per ricevere il pacco, ci pensa lei ad aprire la porta al fattorino.
    • Quando arriva sulla soglia, scannerizza il codice a barre e invia la richiesta al cloud di Amazon.
    • Se tutti i dati sono corretti, il cloud invia la richiesta alla telecamera che fa scattare la serratura e «accoglie» il corriere nella tua abitazione.
    • Lui entra, deposita il pacco e richiude la porta. Che si blocca.
    • A questo punto ricevi la notifica di avvenuta spedizione insieme a un video che testimonia il tutto.

E tu come puoi usare l’intelligenza artificiale nel tuo negozio?

Read More
Intelligenza Artificiale

Sai come sfruttare l’Intelligenza Artificiale nel tuo negozio?

Per sfruttare l’Intelligenza Artificiale nel tuo negozio, il primo passo che devi fare è capire come predisporre i dati che serviranno per “addestrare” gli algoritmi.

Ma lo sai che il 79% dei negozi ha difficoltà a gestire e analizzare i dati relativi ai clienti, sia per ispirare le strategie di customer experience sia per mantenere la promessa di personalizzazione?

E i clienti sono insoddisfatti… il 96% dei consumatori ritiene che molti negozi effettivamente offrono una “cattiva personalizzazione”:

  • perché utilizzano informazioni obsolete su di loro (59%)
  • perché sbagliano le informazioni personali dei clienti (57%)
  • perché fanno valutazioni su ciò che i consumatori desiderano sulla base di singole interazioni (54%).

Circa un terzo (31%) dei negozi interpellati denota una mancanza di competenze necessarie a utilizzare o analizzare correttamente i dati raccolti.

Il 42% non possiede le capacità di integrare la raccolta di informazioni.

 

E tu? Stai utilizzando i dati dei tuoi clienti in modo corretto?

 

Lo sai che i clienti sono ben disposti a dare informazioni ai negozi affinché comprendano i loro desideri ed esigenze e offrano soluzioni personalizzate?

Stai sfruttando questa “disponibilità” dei tuoi clienti nel modo giusto?

Se non lo hai ancora capito, non puoi più aspettare, sono i tuoi clienti che te lo chiedono… quindi devi intervenire SUBITO per migliorare la tua capacità di raccogliere, collegare, analizzare e agire con i dati sui clienti.

 

Ma sai praticamente come sfruttare i dati dei tuoi clienti utilizzando l’Intelligenza Artificiale?

Read More
Intelligenza Artificiale

L’Intelligenza Artificiale cambierà la tua attività?

Cosa succederà da qui al 2053 grazie all’Intelligenza Artificiale? Cambierà il tuo negozio?

 

Nel 2024 i sistemi di intelligenza artificiale tradurranno le lingue straniere meglio dell’uomo.

Nel 2027 condurranno meglio di noi autobus, camion e automobili.

Nel 2049 scriveranno best seller.

Nel 2053 i robot effettueranno la loro prima operazione chirurgica senza intervento umano.

Entro 35 anni i robot saranno scrittori di successo, traduttori e autisti.

 

Fino a poco tempo fa tutte queste attività venivano considerate fuori portata per i sistemi di intelligenza artificiale, ma adesso possiamo dire che diverranno una realtà nel giro di massimo 35 anni.

Grazie all’intelligenza artificiale, sempre più sofisticata, la tua attività potrà anticipare i bisogni del consumatore.

Big data e machine learning permettono di comunicare efficacemente con quei consumatori che ancora non sono fedeli a un determinato brand o negozio, ma potrebbero facilmente diventarlo.

 

E tu hai qualche sistema di intelligenza artificiale nel tuo negozio?

Read More
Intelligenza Artificiale

Ti ricordi nel 2002 il film Minority Report con Tom Cruise, sull’Intelligenza Artificiale?

Nel 2002 il film Minority Report parlava dell’Intelligenza Artificiale come di un qualcosa lontano da noi e fantascientifico.

Il film raccontava che nell’anno 2054…

i veicoli erano completamente automatizzati

il consumatore di un negozio veniva salutato all’ingresso da una commessa virtuale che conosceva bene i suoi gusti e subito gli consigliava il nuovo arrivo più adatto

i dispositivi si accendevano e si spegnevano con un comando della voce

i computer si gestivano senza mouse… fantascienza? No!

Ciò che si prevedeva per il 2054 è già presente!

E’ possibile predire un crimine?

Minority Report immaginava come si sarebbe trasformato il mondo nel 2054.

Ad esempio una squadra di individui sarebbe stata capace di prevedere, tramite poteri extrasensoriali, i futuri assassini.

In realtà, oggi, solo dopo appena 15 anni, l’Intelligenza Artificiale ci è andata molto vicino.

Esiste un software creato dalla Carnegie Mellon University (il CrimeScan) che digerisce informazioni come notizie di reati già avvenuti, profili dei criminali su Facebook, chiamate ai numeri di emergenza, e le sfrutta per «vedere il futuro» criminale. Il sistema è già in sperimentazione in una ventina di distretti americani.

E’ possibile guidare un’auto senza conducente?

In una delle scene principali, il protagonista tenta la fuga su un’auto senza pilota, in una autostrada popolata interamente da vetture che non hanno bisogno di nessuno al posto di guida.

Niente di più attuale: sono più di 30 i progetti di Autopilot nel mondo.

Dai giganti della tecnologia come Google, Tesla, Apple e Uber, alle più importanti case automobilistiche, da Volvo a Audi, tutti sono impegnati nella corsa a chi per primo raggiungerà il livello 5 di autonomia grazie all’Intelligenza Artificiale. Che, assicurano, è dietro l’angolo.

Se le sperimentazioni in alcune città sono già partite, la data prevista per l’arrivo delle prime auto a guida autonoma sul mercato è il 2020.

Read More